News


Spese veterinarie detraibili
14/03/2014

I contribuenti possono detrarre dall' IRPEF il 19% delle spese veterinarie annue sostenute fino all'importo massimo di 387,34 €. e limitatamente alla somma che eccede i 129,11 €. per gli animali tenuti legalmente a scopo di compagnia o per la pratica sportiva(quindi cavalli da corsa, cani, gatti e volatili in gabbia).

In pratica la detrazione può consentire al massimo un risparmio di imposta di 49,06 €. l'anno, cioè il 19% di 258,23 €.(importo massimo al netto della franchigia di 129,11 €.  cioè 387,34-129,11= 258,23 ).

Il beneficio fiscale non spetta per gli animali destinati all'allevamento, alla riproduzione o al consumo alimentare, per gli animali allevati o detenuti nell'esercizio di attività agricole o commerciali, per quelli utilizzati per attività illecite o detenuti in casa illegalmente.

La documentazione delle spese deducibili(e detraibili) è generalmente costituita da fatture, ricevute o quitanze rilasciate al contribuente da chi ha percepito le somme, con indicazione del suo Codice Fiscale o numero di partita Iva.

Il contribuente non deve allegare alla dichiarazione alcuna documentazione, che và però conservata in originale per tutto il periodo durante il quale l'Agenzia delle entrata ha la possibiltà di richiederla.

Per la dichiarazione dei redditi del periodo d'imposta 2012, Modello 730/2013 o UNICO Persone Fisiche 2013, i documenti vanno conservati fino al 31/12/2017.

Per potere scaricare l'importo relativo all'acquisto dei farmaci o medicinali veterinari occorre essere in possesso della fattura o dello scontrino "parlante" emessi o dal veterinario o dal farmacista. 

Gennaro Dott. Calogero