News


Perchè prendere un cane o un gatto
30/05/2014

 Vi annovero solo  5 buoni motivi per prendere un cane o un gatto:

Il cane suscita emozioni positive;
è sufficiente guardare negli occhi un cucciolo per percepire dentro di noi delle sensazioni emotive benevole che ci inducono ad accarezzarli, a sorridergli, ad abbracciarlo. Tutte queste emozioni ci fanno stare bene, ci rendono ottimisti, ci fanno vedere la realta con occhi diversi, ci fanno dimenticare le ansie e le angoscie di tutti i giorni. Dal punto di vista medico scientifico il merito di ciò è del Sistema Limbico posseduto anche dagli animali che è deputato al controllo delle reazioni emozionali. E' infatti grazie a questo Sistema che si viene a creare quel feeling che porta alla reciproca accettazione e all'empatia.

Abbassa gli indicatori dello stress;
E' dimostrato scientificamente che prendersi cura di un animale abbassa i valori del Cortisolo che in associazione  ad altri ormoni del sangue contribuisce a farci stare più calmi, più rilassati; il cane ci distrae, ci invita al gioco, cerca in tutti i modi di attirare la nostra attenzione. Il gatto, poi, con il caratteristico modo di fare le fusa tipico di questa specie, pare contribuisca ad abbassare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. Quindi è raccomandato alle persone soffferenti di patologie cardiocircolatorie.

Stimola la motricità; 
Il cane negli orari prestabiliti vuole essere portato fuori per le passeggiate quotidiane e anche per adempiere alle sue funzioni fisiologiche. Questo anche quando piove o nevica, quando fà freddo o quando c'è un caldo asfissiante. Quindi invoglia i proprietari ad uscire di casa per fare delle salutari passeggiate che giovano sia al quattro zampe che al proprietario.

Migliora il senso dell'autostima;
Prendersi cura di un animale contribuisce ad aquisire la consapevolezza di essere indispensabile per qualcuno che dipende totalmente da noi. Ciò contribuisce ad aumentare la fiducia in noi stessi, soprattutto quando ci si sente giù di morale o peggio nutili.

E' un potente antodolorifico; 
Lo hanno dimostrato i Medici dell'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Nei bambini sottoposti a un prelievo di sangue con un animale vicino, i livelli di Cortisolo(ormone che misura la sofferenza fisica e lo stress) erano più bassi del normale.

Gennaro Dott. Calogero 03/06/2014