News


Educare il cane al cibo
21/11/2014

Elenco di 10 regole da mettere in atto tutte le volte che si dà da mangiare al proprio cane, al fine di non creare brutte abitudini difficili da radicare una volta apprese.


1 Non modificare l'alimento del cucciolo il primo giorno di arrivo nella nuova casa ma continuare per qualche giorno ancora con l'alimento dato dal proprietario precedente. L'alimentazione deve essere modificato gradatamente, inserendo un alimento per volta.

2 Non controllare il cucciolo mentre stà mangiando; di solito non amano essere guardati mentre si alimentano, per questo sarebbe opportuno posizionare la ciotola in un luogo tranquillo.

3 Non elargire cibo mentre si è seduti a tavola. Questa ritengo sia un brutta abitudine, perchè penso che alla lunga disturbi la richiesta pressante di alimento. Per avere certezza che il cane non chieda il cibo perchè ha fame è opportuno alimentarlo prima di sedersi a tavola. I cani spesso mendicano il cibo non per fame ma per gratificare il proprietario.

4 Non forzare il cane a mangiare, e non dategli il cibo dalle mani. A differenza dell'uomo il cane non finge. Se non mangia evidentemente c'è un problema, non ha senso provare a dargli alimenti a lui particolarmente graditi, rischieremmo di creare dei precedenti per cui potrebbe non mangiare il cibo consueto.

5 Non aggiungere nulla al cibo confezionato, perchè alla lunga potrebbe creare degli squilibri alimentari a volte gravi.

6 Non cercate di allontanare la ciotola del cane mentre stà mangiando. Ci sono alcuni cani che per difenere il cibo possono anche mordere il proprietario.

7 Non fornite bocconcini lontano dai pasti a meno che non si tenga conto del loro valore energetico. Questo per evitare di ritrovarsi dopo qualche mese con un cane con problemi di obesità.

8 Non fornire al cane un pasto speciale alla domenica o nei giorni festivi. Per il cane un giorno è uguale all'altro, non ama le novità ed è abitudinario.

9 Non usare il cibo come mezzo per rendere felice il cane.

10 Non preoccuparsi se il cane non mangia l'esatta quantità indicata sulle linee guida nazionali.

Gennaro dott. Calogero 21/11/2014