Addestramento-Prime lezioni

Educare il vostro cucciolo, spendendo un po del vostro tempo libero, vedrete sarà un piacere e non un sacrificio. Vi aiuterà a capire il suo carattere, a conoscerlo meglio e servirà fondamentalmente ad istaurare con lui  un rapporto di amicizia che durerà per tutta la vita. Alla fine, statene certi, sarete ricompensati della fatica, poiche avrete un cane ben educato e molto ben disposto ad ubbidire ai vostri comandi.
In questa pagina, cercherò di darvi alcune informazioni di base per raggiungere questo obiettivo. Cominciamo con il dire che nella comunicazione tra uomo ed animale, un messaggio viene espresso in tre modi: Messaggio Verbale (attraverso le parole), Messaggio Paraverbale (attraverso il tono e il timbro della voce), e infine Messaggio non verbale (attraverso la postura, i gesti, la mimica...). Importante è anche sapere che durante le fasi di addestramento il cucciolo non dovra avere occasioni per distrarsi, quindi scegliete per le lezioni un posto dove non ci siano altri cani o persone o molto rumore; inoltre si dovrà assumere un atteggiamento serioso, non bisogna ridere mentre lo si sgrida altrimenti non capirà se sta facendo la cosa giusta o sbagliata. Il cucciolo interpreta come segnali positivi la posizione accucciata del padrone, il suo sorriso e il tono dolce della voce. Vediamo adesso come fare per dare il giusto valore alla ricompensa e alla punizione.
-La ricompensa. Deve essere data  solo quando necessita e non di frequente. Per  il cucciolo la ricompensa deve essere un chiaro segnale di approvazione in seguito a qualcosa che ha fatto nella maniera corretta. Ricevuto il premio sotto forma di coccole o cibo, avrà un ricordo positivo di quell'esperienza e la ripeterà in futuro. Inizialmente, durante le prime fasi dell'apprendimento, è importante premiare il cucciolo ogni volta che fa una cosa desiderata, successivamente, quando questo sarà un atteggiamento appreso, basterà confermare saltuariamente il premio.
-La punizione. Ogni qual volta che  il cucciolo si comporta male deve essere rimproverato, ma se vogliamo ottenere dei risultati, bisogna rispettare alcune regole fondamentali;
   -Non si deve mai punire il cane nei casi in cui l'azione è successa molto tempo prima, perchè il cucciolo non è in grado di associare la punizione al comportamento sbagliato,
   -La punizione è più efficace se preceduta da un chiaro segnale di disapprovazione, ad es. dire un  "NO" usando  un tono di voce perentorio. Il "NO"  in futuro verrà associato  alla punizione e ciò sarà sufficiente per evitare che il comportamento sbagliato venga ripetuto. Non fissare insistentemente negli occhi il cane mentre lo si sgrida perchè potrebbe intendere che lo si voglia sfidare o aggredire, mentre per rinforzare il ruolo di educatore lo sguardo deve essere indirizzato verso il dorso o la  base della coda,
   -Così come il premio anche la punizione dovra essere data ogni volta che il cane disubbidisce o compie un'azione sbagliata.
Importante!!! La ricompensa è sempre più efficace della punizione durante le prime fasi dall'apprendimento. Bisogna stare attenti ad non utilizzare il premio quando non necessita, per es. per tranquillare o coccolare un cucciolo; in questo caso il cucciolo capirà che per essere premiato si deve comportare il quella maniera, cioè nella maniera sbagliata, ottenendo di conseguenza l'effetto contrario. Adesso vi dirò come fare per impartire alcuni ordini basilari per la normale gestione quotidiana del vostro cane.
Insegnamo il suo nome.
La prima cosa che un cucciolo deve imparare è il suo nome. Il suo nome dovrebbe essere più corto possibile. Più corto è e più facilmente lo memorizzerà. Pronunciare il suo nome lentamente, non gridare, perchè il suo udito è molto più sviluppato del nostro. Chiamare il cucciolo sempre con lo stesso nome, quando risponde alla chiamata ricompensarlo con una carezza.

 Insegnamo  il "VIENI"
È l’esercizio più importante che qualunque cane deve conoscere bene. Il cane deve essere felice di raggiungere il proprietario quando viene chiamato, certo di ricevere un premio gradito.
• Per questo esercizio fatti aiutare da un amico o un familiare; allontanati di qualche metro mantenendo il contatto visivo mentre il tuo aiutante lo trattiene e lo incita, poi chinati come nella foto ed esclama con voce allegra “vieni”, aprendo allo stesso tempo le braccia.
• Premia il cane con un bocconcino appena si avvicina.
• Ripeti cinque volte.
Importante • MAI sgridare il cane se non viene al richiamo,
• MAI inseguire il cane: nella migliore delle ipotesi lo prenderà come un gioco; nella peggiore come una minaccia,
• MAI richiamare il cane solo per riportarlo a casa: chiamalo, premialo e lascialo andare qualche volta durante tutta la passeggiata in modo che non associ il “vieni” alla fine del divertimento. 

 Insegnamo il "SEDUTO"
• Richiama l’attenzione del cane sul cibo che hai in mano, permettendogli di annusarlo o leccarlo.
• Mentre il cane è concentrato sulla tua mano, mantienila a contatto con il suo muso e contemporaneamente sposta la mano sopra la sua testa e verso le spalle. Nel seguire con la testa la mano del padrone, la maggior parte dei cani inclina il corpo indietro e si siede automaticamente. Mentre si siede, digli con un tono gentile: “seduto”.
• Premia immediatamente il cane con cibo ed elogi.
• Ripeti l’esercizio almeno 5 volte ogni lezione per rinforzare il comportamento positivo.
 
Insegnamo il "TERRA"
È uno degli esercizi più utili: un cane in questa posizione ha difficoltà ad abbaiare o mostrarsi aggressivo verso altri cani.
• Con il cane in posizione di “seduto”, tieni il cibo proprio davanti al suo naso e contemporaneamente sposta il premio, con un movimento che il cane riesca a vedere, verso il basso fino a portare la tua mano per terra in mezzo alle sue zampe anteriori; resta in questa posizione finché il cane non si mette a terra e mentre lo sta facendo pronuncia con un tono di voce basso e pacato il comando “terra”.
• Premia ed elogia il cane mentre è a terra.
• Se il cane ha difficoltà con il comando “terra”, perfeziona l’insegnamento del comando “seduto” finché non lo eseguirà con sicurezza e non sarà pronto per proseguire.  
 
Insegnamo  il "RESTA"
Una risposta immediata al comando “resta” può fare la differenza tra la vita e la morte in alcune situazioni.
• Il cane è di fronte a te in posizione di “seduto” o “terra”.
• Fai un passo indietro, tendi la mano con il palmo aperto verso di lui e pronuncia il comando “resta” in tono basso e deciso, utilizzando il contatto visivo.
• Aspetta cinque secondi; se il cane resta fermo torna da lui prima che si muova dalla sua posizione, premialo ed elogialo.
• Premia il cane solo quando torni vicino a lui e non se si è mosso prima.
• Aumenta gradualmente il tempo e la distanza. 
 
 
 
Insegnamo  il "PIEDE"
La passeggiata quotidiana deve essere piacevole per te e stimolante per il tuo cane, che non deve trascinarti per la strada ma camminare al tuo fianco senza mai tendere il guinzaglio.
• Effettua le prime brevi sessioni di addestramento in un luogo tranquillo senza distrazioni.
• Fai sedere il cane ogni volta che gli applichi il collare ed elogialo.
• Inizia a camminare pronunciando il comando “piede”.
• Se il cane tira, non tirare in direzione opposta. Fermati in silenzio, non guardarlo e aspetta che il guinzaglio non sia più in tensione, premia ed elogia il cane, poi ricomincia a camminare.
• Se hai costanza e premi i comportamenti corretti, il cane imparerà presto che non andrà da nessuna parte se non sarà al tuo fianco con il guinzaglio morbido.
• Durante le prime lezioni è possibile che non facciate più di qualche metro, quindi programma queste sessioni quando non hai fretta e non devi sbrigare alcuna commissione urgente!  
 
Ricordati che ogni cane apprende con velocità diverse e ha le sue preferenze per i diversi esercizi, ma sono davvero poche le cose che non si possono insegnare. 
 
Da non dimenticare:
  • Essere sempre coerenti con gli ordini impartiti; quello che viene proibito oggi non può essere tollerato domani, nè da te nè da altri membri della tua famiglia.
  •  Inizia subito ad educare il tuo cane quando lo porti a casa; con un cucciolo tutto è più semplice, ma ricordati che non è mai troppo tardi per cominciare.
  • L’addestramento deve essere breve ma regolare, almeno una volta al giorno e deve essere effettuato in una zona tranquilla, lontano da distrazioni come altri animali o persone (il salotto di casa va benissimo).
  • All’inizio limita la sessione di addestramento a non più di cinque minuti. Al crescere della motivazione del cane (quando capirà di cosa si tratta, aspetterà queste lezioni con gioia) questo tempo può essere raddoppiato e poi ulteriormente esteso, ma non oltre mezz’ora continuativamente. La lezione deve finire PRIMA che il cane si stanchi, anzi devi lasciargli la voglia di iniziare di nuovo al più presto.
  •  Utilizza solo ed esclusivamente la tecnica di addestramento con rinforzo positivo. Premia il tuo cane con cibo (snack, wurstel o pezzetti di formaggio, non più grandi di un’unghia) ed elogialo ogni volta che risponde o obbedisce a un comando (all’inizio anche se la risposta è solo parziale: il cane va aiutato a capire cosa gli chiediamo).
  •  Il cibo che decidi di utilizzare deve essere un premio (mai usare la pappa che riceve di solito ai pasti); la ricompensa golosa diventa un premio speciale e costituisce una parte importante del programma di addestramento.
  • Non eccedere nel premiare il tuo cane, i bocconcini devono essere tanti ma molto piccoli per non saziarlo e non perdere lo stimolo fornito dal cibo.
  • Ogni comando deve essere ripetuto una o al massimo due volte: se il cane non esegue correttamente, ricominciare da capo senza spazientirsi per adeguarsi ai suoi tempi senza insistere.
  • Importante: non iniziare MAI una sessione di educazione quando hai fretta o sei nervoso e non sgridare MAI se il tuo cane  sbaglia ad eseguire l’esercizio; ignora con pazienza gli errori (la tua indifferenza è già una punizione per lui), distrailo e premia con entusiasmo i suoi successi. Il tuo cane non tarderà a capire come funziona il gioco...

 Aggiornato  al 07/11/2012

Gennaro Dott. Calogero