Doveri dei propr. dei cani


Al fine di non incorrere in sanzioni di natura giuridica o penale ritengo sia opportuno per chiunque detenga un animale conoscere quali siano gli obblighi a cui bisogna sottostare. Di seguito vengono elencati quelli più importanti;

Obbligo di identificazione

Nel territorio della Regione Siciliana è obbligatorio entro il secondo mese di vita provvedere all'dentificazione e alla registrazione dei cani presso l'ufficio anagrafe del distretto veterinario competente per territorio(Legge Regionale n° 15/2000 "Istituzione dell'anagrafe canina e norme per la tutela degli animali d'affezione e prevenzione del randagismo"). E' fatto obbligo al proprietario comunicare all'ufficio anagrafe anche le eventuali variazioni  cioè cessioni, smarrimento, morte del cane o cambio di residenza o trasferimento in altra sede. Ai cani verrà inserito, da personale veterinario (dipendenti A.S.P. o Veterinari liberi professionisti accreditati), nella regione retroauricolare Sx, in sede sottocutanea, un microchip. Nella stessa seduta i dati identificativi del proprietario e anagrafici del cane verranno registrati on line nella Banca Dati Regionale. Il microchip in sede è inattivo, si attiva solo nel momento in cui ci si avvicina con il lettore. Allora sul display  comparirà un numero(sequenza di 15 cifre) che corrisponde al codice di riconoscimento del cane. Tutti i cani provenienti da altre regioni o altre A.S.P.  devono essere registrati entro 90 giorni dal loro ingresso nel nuovo territorio, anche i  microcippati, i cui proprietari sono residenti in Sicilia, e tutti i cani i cui proprietari sono residenti in altre regioni ma che soggiornino nel territorio siciliano per periodi superiori a 3 mesi.  La variazione dei dati anagrafici deve essere effettuata entro:
-la cessione del cane a nuovo proprietario entro 30 giorni,
-la scomparsa/smarrimento entro 10 giorni,
-la morte del cane entro 10 giorni corredato da un certificato veterinario che ne attesti l'avvenuta morte e anche la causa del decesso,
-cambio di residenza entro 30 giorni.
Ai proprietari di cani smarriti, catturati dal servizio accalappiacani e ricoverati in canile, verranno addebitate le spese di cattura, mantenimento e custodia secondo quanto previsto dall'art. 4  del Regolamento Esecutivo della Legge Regionale 15/2000 e Ordinanza 12 /12/2006, e precisamente 50 €. per la cattura, 20 €. per la visita veterinaria e 3.50 €. per cani di taglia fino a 10 kg. ,e 4.50 €. per cani di taglia superiore ai 10 Kg. come custodia e mantenimento giornaliero.
La mancata iscrizione del cane all'anagrafe regionale comporta una sanzione amministrativa che  va da 77,00 €. a 465,00 €.

Responsabilità civile e/o penale 

Ai fini della prevenzione del rischio di aggressione da parte di cani è stato attribuito un ruolo fondamentale alla responsabilità dei proprietari. Il proprietario del cane è infatti sempre responsabile sia del benessere che del controllo del proprio animale. Pertanto delle lesioni che questi può  arrecare  a persone, animali o cose, nè risponde sia civilmente che penalmente. 

Obbligo di utilizzo del guinzaglio e della museruola

E' obbligo del proprietario o detentore del cane, nelle passeggiate nelle vie cittadine o in qualunque altro luogo frequentato da persone, di tenere il proprio animale al guinzaglio. La lunghezza del guinzaglio non deve essere superiore a 1,50 m. fatte salve le aree destinate specificatamente ai cani individuate dai comuni, dove può essere lasciato libero di scorrazzare. La museruola và messa solo in caso di necessità, ma è obbligatoria tenerla con se durante la passeggiata. il cane deve essere affidato solo  a persone che possano adeguatamente gestirlo.

Obbligo del passaporto per l'espatrio

Dal 3 /07/2004, è previsto che i cani, gatti e furetti, destinati alla movimentazione ai fini non commerciali, siano scortati da un passaporto. Il passaporto viene rilasciata dalle A.S.P. su richiesta del proprietario, per esigenze di espatrio e previa iscrizione all'anagrafe regionale se ancora non microcippati.

Obbligo di partecipare ai corsi di formazione(solo per cani ritenuti "problematici")

I Comuni congiuntamente con i Servizi Veterinari delle A.S.P., in collaborazione con Associazioni di Protezione Animali, organizzano dei Corsi di Formazione destinati a tutti i proprietari di cani. Questi corsi  sono nati per favorire la formazione e l'acquisizione di adeguate cognizioni sulla corretta detenzione e gestione del proprio animale, ai fini della prevenzione di danni o lesioni che lo stesso può arrecare a persone o cose. Tali percorsi formativi sono obbligatori solo per i cani che sono stati sottoposti ad una specifica visita comportamentale, in quanto ritenuti "Problematici". Alla fine del corso verrà rilasciato un certificato , il cosiddetto "Patentino".

Obbligo della raccolta delle feci

E' fatto obbligo a chiunque conduca il cane in ambito urbano raccogliere le feci e portare con sè strumenti idonei di raccolta. Nella città di Sciacca la multa prevista è di 500 euro.

Obblighi generici


Il proprietario nel momento in cui dovesse decidere di prendere un animale, al fine di evitare di essere denunciato alle autorità competenti per maltrattamento;
-è consigliabile che acquisisca aprioristicamente informazioni specifiche sulle caratteristiche fisiche ed etologiche della razza,
-deve garantire al proprio animale una quantità di cibo ed acqua sufficiente al fabbisogno giornaliero,
-fornire le cure quando necessario e un adeguato livello di benessere fisico e psicologico,
-tenerlo in  uno spazio adeguato alle sue esigenze razziali e mantenere un adeguato livello di igiene e pulizia,
-evitare le cucciolate non programmate ricorrendo alla sterilizzazione,
-provvedere alla stipula di una polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni a persone o cose, nel caso in cui il proprio animale sia stato inserito nel Registro dei cani ad elevato potenziale aggressivo(tenuto dai Servizi Veterinari),
-ed infine segnalare alle Autorità competenti, il decesso del proprio animale in caso di sospetto avvelenamento.

Gennaro dott. Calogero 16/08/2012